Rustico / Casale di 320 m² con più di 5 locali in vendita a Scopa

800.000 €
25/02/2019
Salva nei preferiti Preferito
DETTAGLI
Prezzo: 800.000 €
Inserzionista:  Agenzia
Metri quadri (m²):  320
Tipo contratto:  Vendita
Classe energetica:  C (Legge 90/2013), IPE 104.84 KWh/m² anno
Comune: Scopa
DESCRIZIONE
Scopa (Comune di Scopa) situato nella Valsesia, provincia di Vercelli, Via Monte Rosa n. 127/1 vendiamo intera nuova palazzina di mq. 320 circa con mq. 400 circa di esterno a verde. La deliziosa costruzione composta da  6 (sei) unità abitative, può essere venduta anche in singoli appartamenti tutti accatastati. Le metrature sono: mq. 90 per il piano terra; mq. 104 per il primo piano (o due appartamenti); 2' piano a mansarda mq. 52 e mq.65.

Tutte le interessanti unità abitative hanno la cantina di pertinenza. Le finiture sono in parte completate e in parte da personalizzare. Possibilità di parcheggi esterni. Ideale per casa vacanza data la vicinanza agli impianti sciistici di Alagna Monte Rosa e anche per investimento, data la richiesta per locazioni annuali.

Prezzo richiesto in blocco Euro 800.000,00.

Per le singole unità abitative i prezzi sono i seguenti:

Piano terra mq. 90: Euro 220.000,00;

Piano 1' mq. 117: Euro 255.000,00;

Piano 2' mansarda, mq. 52: Euro 150.000,00. e mq. 65: Euro 165.000,00.

Certificazione energetica: C : IPE 104,84 kWh/mia

DESCRIZIONE STORICA
È un immobile storico che risale al 1700. Sulla strada che conduce ad Alagna, si apre un portone molto antico… Se varchi questo portone ti tuffi in un mondo ricco di storia….
Il primo ad abitare questo immobile fu un cittadino di origine Walter che, dopo essere sceso ad Alagna, aveva deciso di stabilire qui la sua dimora. Davanti all’abitazione, infatti, si estendevano immensi prati che permettevano la coltivazione di frutta e verdura. Tale signor R., era un architetto che, per lavoro, si recava spesso a Parigi. I suoi discendenti hanno ampliato l’immobile per offrire la possibilità ai figli e alle relative famiglie di rimanere tutti uniti.
La parte più vecchia dell’immobile è quella posta sopra il portone di cui ho accennato prima. L’androne, originariamente ricoperto d’erba, è pavimentato da ciottoli da un’infinità di anni. Qui giungevano anche le carrozze con i cavalli, quando non esistevano ancora le autovetture: era una tappa fissa per pernottare e per ristorarsi. Nell’abitazione, infatti, era presente un fornaio, mentre nell’ampliamento dell’immobile, tutt’ora esistente, c’erano
camere, una sala da ballo, un’osteria e, dove ora c’era un orto, si apriva il gioco delle bocce. Anche il pozzo, che per metà si trova all’interno del piano terra dell’abitazione, era il fulcro della vita delle famiglie: ognuna di esse accadeva al pozzo con mestoli e secchi per attingere acqua ed era comunque un modo per ritrovarsi tutti insieme a condividere momenti di vita. I vari discendenti svolgevano i lavori tipici del valsesiani: gli uomini erano stuccatori, gessatori, falegnami, ciabattini e si recavano spessissimo a Lione, Parigi e in Svizzera, molto richiesti per la loro bravura ed originalità. Le donne restavano a casa ad accudire ai figli e a lavorare i campi.
Un altro aspetto curioso, era la frequenza con qui questi proprietari compera
RISPONDI
RISPONDI
Attiva un alert

e ricevi ogni giorno gli ultimi annunci per:

Vercelli:
Terreni - rustici

Annunci gratuiti a Vercelli